Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina, gli auguri di Natale dell'arcivescovo: un pensiero ai giovani e ai disabili
IL MESSAGGIO

Messina, gli auguri di Natale dell'arcivescovo: un pensiero ai giovani e ai disabili

di

"Aprire il cuore all’ascolto della chiamata che Dio fa a ciascuno di noi traducendolo, così come la Vergine Maria, in testimonianza di vita attraverso l’esperienza vitale e feconda dell’accoglienza". Un augurio semplice ma denso di significato quello che il pastore della chiesa messinese, monsignor Giovanni Accolla, ha rivolto questa mattina alla cittadinanza attraverso la voce dei giornalisti, “responsabili di una comunicazione obiettiva e rispettosa della dignità dell’uomo”.

L’arcivescovo ha voluto richiamare la verginità di Maria quale elemento indispensabile per “individuare quel terreno fertile nel quale attecchisca in maniera feconda la chiamata del Signore”. “In un mondo inquinato da relazioni che turbano la dignità dell’uomo fra menzogne, calunnie, desiderio di dominio, strumentalizzazioni, divisioni, guerre, arricchimento illecito, arrivismo, disoccupazione, paure - ha detto - l’ascolto trova accoglienza solo dove si è fatto spazio a seguito di una conversione personale e comunitaria”.

Un pensiero particolare lo ha rivolto ai giovani, “smarriti e incapaci di fare scelte libere a causa delle tante ‘chiusure’ (dalle selezioni per l’accesso ai percorsi di studio universitari alle difficoltà occupazionali), e ai disabili punto di forza di una società che dovrebbe includere, emarginati da leggi insensibili alle reali esigenze di una quotidianità complessa”.

E poi il richiamo alla famiglia, “luogo privilegiato per il discernimento di ogni vocazione e accompagnamento nella catechesi”, che nel simbolismo della Natività riscopre la sua essenza più autentica.

“Come sarebbe bello - ha detto monsignor Accolla - se i figuranti dei presepi viventi diventassero testimoni della presenza di Cristo che ha voluto assumere la nostra natura umana per ridonare a noi tutti la dignità di figli di Dio”.

L’arcivescovo questa sera presiederà in Cattedrale alle 23,15 la veglia e la celebrazione della notte di Natale.

Domani, il solenne Pontificale delle 11, sempre in Duomo, sarà presieduto dal vescovo ausiliare mons. Cesare Di Pietro alla presenza delle massime autorità civili e militari. Alle 13, nella chiesa di San Francesco all’Immacolata sul Boccetta, il tradizionale pranzo di solidarietà offerto dai volontari della Comunità di Sant'Egidio.

© Riproduzione riservata

TAG:

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook