Domenica, 09 Agosto 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Chiusura del Giardino delle luci a Messina, i gestori: "Su di noi sciacallaggio politico"
PIAZZA CAIROLI

Chiusura del Giardino delle luci a Messina, i gestori: "Su di noi sciacallaggio politico"

di

Una cronistoria per spiegare come e quando si è arrivati alla chiusura del Giardino delle Luci, oggetto delle grandi polemiche che hanno caratterizzato gli eventi organizzati da Messina in Centro. E proprio i rappresentanti dell'associazione, il presidente Lino Santoro, il responsabile della comunicazione Davide Gambale e l'avvocato Enrico Mollica, hanno cercato di chiarire i punti principali della vicenda.

"L'amministrazione sapeva che il Giardino sarebbe stato a pagamento ma non la cifra" hanno assicurato gli organizzatori e fissato per far fronte ai costi per la sicurezza (500 euro al giorno) e di occupazione del suolo pubblico.

La bufera di vento ha "risolto" la questione, costringendo Albalux a rimuovere tutto e, adesso, restano l'albero, il mercatino, i giochi e, probabilmente da domani, la pista di ghiaccio di pattinaggio, solo se avrà le necessarie autorizzazioni richieste.

Non sono stati risparmiati, poi, attacchi a "personaggi in cerca d'autore (ex consiglieri) e consiglieri comunali come Alessandro Russo, Antonella Russo, Salvatore Sorbello e Felice Calabrò. È stato uno sciacallaggio politico utilizzando Messina in Centro e il Natale".

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook