Mercoledì, 13 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA TRAGEDIA

L'operaio morto a Messina: dopo la donazione degli organi la famiglia chiede verità

di

Una famiglia messinese inchiodata al dolore più straziante che legittimamente sceglie il silenzio per la perdita improvvisa e inconcepibile di un uomo che era marito e padre di tre figli. Ora è il momento della verità.

Al contempo, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, un'indagine della magistratura che già avviata il 10 ottobre dopo la caduta rovinosa dalla scala in un cantiere comunale “di servizi”, accelera probabilmente con l'ipotesi di omicidio colposo. Il primo atto è stato il sequestro giudiziario del corpo.

Non solo il villaggio Cep ma l'intera città è sotto choc per la morte consumatasi sabato pomeriggio, nella rianimazione del Policlinico, del 56enne operaio Giovanni Caponata.  A questo punto solo la magistratura tramite l'indagine della polizia e il supporto degli ispettori del lavoro, potrà fare piena luce su quanto accaduto la mattina del 10 ottobre nella storica scuola via Giurba.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook