Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
AMBIENTE

Puliti i fondali da Oliveri alla baia di Marinello

di

Carcasse di barche, penumatici, spranghe di ferro, vetro e contenitori di plastica. Pure batterie di auto. È il “bottino” della squadra dei subacquei che sabato ha ripulito i fondali da Oliveri alla baia di Marinello.

Un'operazione possibile, riporta la Gazzetta del Sud in edicola, grazie all'iniziativa del consigliere comunale di maggioranza Francesco Gregorio.  Le operazioni sono iniziate alle 9.30, coordinate da Salvo Amato, istruttore Padi (“Professional association of diving instructors”), organizzazione leader nell'addestramento all'immersione subacquea nel mondo, con quindici subacquei muniti di brevetto. Con loro anche il sindaco Francesco Iarrera.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook