Lunedì, 26 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
L'INCHIESTA

Maregrosso, a Messina richiesta di dissequestro: "Pronti all'esame degli inquinanti"

di
maregrosso, palazzo zanca, pilone, Messina, Sicilia, Cronaca
I rifiuti che invadono il litorale di Maregrosso

Maregrosso, il Comune di Messina prova a battere un colpo significativo. Dopo l'apertura dell'inchiesta, da parte della Procura, con 11 tra amministratori e funzionari, comunali e regionali, indagati in relazione alla mancata eliminazione dello scempio che ammorba il litorale del centro, e il sequestro dell'area costiera, il responsabile unico del procedimento all'uopo nominato dall'amministrazione De Luca, Francesco Falcone ha firmato la richiesta alla Procura di dissequestro della superficie demaniale ridotta a discarica. Anzi a successione di discariche.

Si tratta di un passaggio importante perché Palazzo Zanca doverosamente punta alla bonifica permanente di questa costa dal paesaggio mozzafiato, dove demolizioni e bonifiche comunali si sono fermate nel 2012, ed il primo ineludibile passaggio - senza il quale non si va da nessuna parte - è quello di riprendere e completare la caratterizzazione, ovvero l'analisi dettagliata, dei rifiuti speciali e inquinanti ai fini del necessario smaltimento.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud in edicola, edizione di Messina.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook