Sabato, 24 Agosto 2019
stampa
Dimensione testo
UCCISO NEL 1993

Omicidio di Beppe Alfano, la Procura di Messina chiede l'archiviazione dell'inchiesta ter

di
inchiesta, omicidio, beppe alfano, Messina, Sicilia, Cronaca
Beppe Alfano

Una serie di indizi. Una gran mole di attività investigative. L'analisi di un quadro giudiziario-investigativo sconcertante prima e dopo l'esecuzione. La latitanza del boss catanese Nitto Santapaola a Barcellona. Ma è richiesta d'archiviazione per l'inchiesta ter sull'omicidio del giornalista Beppe Alfano, ucciso da Cosa nostra barcellonese l'8 gennaio del 1993 sotto casa, in via Marconi. Per quello che aveva scritto e per quello che avrebbe potuto scrivere.

L'atto è siglato dal procuratore aggiunto Vito Di Giorgio e controfirmato dal procuratore capo di Messina Maurizio De Lucia. L'inchiesta ter sulla morte di Alfano era stata aperta a Messina dopo le denunce della figlia del giornalista, Sonia, che aveva parlato apertamente di depistaggi e connivenze per non arrivare ai veri mandanti o alla vera causale, e del legale della famiglia Fabio Repici.

Adesso dovrà essere il gip a valutare se accogliere o meno l'atto depositato dalla Procura. Già due volte, in precedenza, la richiesta era stata respinta ordinando nuove indagini.

Domani sulla Gazzetta del Sud un approfondimento

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook