Martedì, 07 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Processo "Totem" a Messina, il boss di Giostra Luigi Tibia chiede la ricusazione del giudice
COLPO DI SCENA

Processo "Totem" a Messina, il boss di Giostra Luigi Tibia chiede la ricusazione del giudice

di
messina giostra, processo totem, ricusazione giudice, luigi tibia, Messina, Sicilia, Cronaca
Luigi Tibia

E' ripreso ieri mattina, nell'aula bunker del carcere di Gazzi, il processo scaturito dall'operazione “Totem”, l'inchiesta che nel giugno 2016 si era concentrata sugli interessi del gruppo mafioso di Giostra sulla cosiddetta “industria del divertimento”: ristoranti, discoteche, gioco d'azzardo, scommesse, corse di cavalli. Il tutto sotto la guida del boss reggente del clan, Luigi Tibia.

E sono stati proprio i legali di Tibia e di altri accusati al processo a “regalare” un nuovo colpo di scena, dopo quello che ha visto entrare nella partita un collaboratore di giustizia, Gianfranco Bonanno: la richiesta di ricusazione del presidente del collegio della seconda sezione penale, il giudice Mario Samperi.

Secondo gli indagati, in sostanza, il processo andrebbe sospeso perché il giudice, in un altro procedimento, aveva già valutato l'esistenza del gruppo criminale di Giostra.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook