Lunedì, 27 Gennaio 2020
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Corruzione al Comune di Barcellona, revoca del divieto di dimora per Coppolino e Rucci
IL PROVVEDIMENTO

Corruzione al Comune di Barcellona, revoca del divieto di dimora per Coppolino e Rucci

di
angelo coppolino, comune di barcellona, corruzione, angelo coppolino, carmelo rucci, Messina, Sicilia, Cronaca
Tribunale di Barcellona

Per decorrenza dei termini, essendo trascorso un anno senza che si sia svolta e conclusa l’udienza preliminare, il giudice delle indagini preliminari Valeria Gioeli ha disposto la revoca delle misure cautelari del divieto di dimora nel territorio comunale di Barcellona che a suo tempo erano state applicate all’ex assessore comunale Angelo Coppolino e all’architetto Carmelo Rucci, caposervizio dell’ufficio edilizia privata, sanatoria e abusivismo di Palazzo Longano.

Coppolino e Rucci, il 16 febbraio dello scorso anno, erano stati raggiunti da due diversi provvedimenti: il primo da ordinanza di custodia cautelare in carcere, misura trasformata dopo la pronuncia del Tdr con quella meno afflittiva degli arresti domiciliari sull’isola di Vulcano e successivamente con il divieto di dimora a Barcellona; il secondo inizialmente con gli arresti domiciliari che il successivo 22 maggio furono tramutati in divieto di dimora a Barcellona.

Leggi la versione integrale dell’articolo su Gazzetta del Sud – edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook