Venerdì, 20 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
PARALISI

Milazzo, troppi ritardi nei bilanci: commissario in pressing

bilanci, commissario, comune di milazzo, palazzo dell'Aquila, regione, Carmelo Messina, Messina, Sicilia, Cronaca
Comune di Milazzo

Pressing della Regione sul Comune per l’approvazione dei bilanci mancanti. Il dottor Carmelo Messina, commissario ad acta nominato nell’agosto dello scorso anno per approvare i bilanci arretrati del Comune di Milazzo, è tornato a palazzo dell’Aquila per occuparsi non solo della definizione degli strumenti finanziari ancora in stand by, ma anche per sollecitare l’approvazione del previsionale 2018/2020. Ciò alla luce di un ulteriore decreto dell’assessorato regionale alle Autonomie locali.

Messina, dopo un confronto col responsabile del settore finanziario ha inviato un avviso ad adempiere allo stesso, al sindaco e al segretario generale. “Preso atto di quanto rappresentato dal responsabile del settore finanziario in ordine alla mancata elaborazione del documento unico di programmazione 2018 ¬ - si legge – e dello schema di bilancio dell’esercizio 2018/2020, a causa dei contestuali adempimenti inerenti l’elaborazione dei rendiconti contabili 2016 e 2017, e che verosimilmente, con la definizione di tali documenti, gli uffici finanziari procederanno ad elaborare il bilancio di previsione 2019 entro 30 giorni, invita il responsabile del servizio finanziario a provvedere all’elaborazione dello schema di bilancio 2018/20 con i relativi atti propedeutici entro 30 giorni”.

L'articolo completo sulla Gazzetta del Sud - edizione di Messina in edicola.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook