Sabato, 19 Ottobre 2019
stampa
Dimensione testo
ESPLOSIONE 2014

Incendio alla raffineria di Milazzo, nove a processo per disastro colposo

di
imputati, incendio ram raffineria milazzo, processo, Alessandro Liprino, Salvatore Pugliese, Messina, Sicilia, Cronaca
Le fiamme che nel 2014 si sono propagate all'interno della Ram

Sono stati tutti rinviati a giudizio vertici e quadri dirigenti della Raffineria di Milazzo, in tutto nove persone chiamate a rispondere del solo reato di disastro colposo, per il devastante incidente del 27 settembre 2014 occorso al serbatoio Tk 513, che conteneva uno dei più pericolosi prodotti petroliferi, il “virgin naphta”, sostanza liquida altamente infiammabile da cui è poi scaturito un devastante incendio.

A decidere il rinvio a giudizio dei nove imputati, su richiesta del pm Alessandro Liprino, il gip Salvatore Pugliese, che nel dispositivo di rinvio a giudizio, così come avevano richiesto i difensori, ha “ritenuto di dover qualificare le condotte” contestate agli indagati “nell'unico reato di disastro colposo” nel quale infatti è stata riassorbita l’iniziale contestazione del reato di “incendio”.

Saranno processati il prossimo 12 aprile, davanti al monocratico Francesco Alligo.

Tutti i nomi degli imputati su Gazzetta del Sud – edizione Messina in edicola oggi.

 

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE
* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook