Domenica, 17 Novembre 2019
stampa
Dimensione testo
LA PROTESTA

Messina-Catania, gli utenti imbufaliti: basta morti sull'autostrada della vergogna

di
autostrada, messina-catania, morti, proteste, Tony muscarello, Messina, Sicilia, Cronaca
Un tratto dell'autostrada Messina-Catania

«Ennesima tragedia annunciata, l’ennesimo incidente mortale causato dai rischi del transito autostradale a doppio senso in unica corsia. Da anni aspettiamo la sistemazione di una frana e la messa in sicurezza almeno del tratto Giardini- Taormina- Roccalumera -Tremestieri. Altro che svincoli e promesse false! Forse è arrivato il momento di scendere in piazza».

È l’amaro sfogo dell’ex consigliere provinciale Tony Muscarello, di Alì Terme, dopo che si era sparsa la notizia, avantieri, dell’ultimo morto sulla A18 Messina Catania. Un’autostrada a rischio, battezzata “autostrada della vergogna” da un gruppo di giovani di Roccalumera, che intende incontrare i vertici del “Cas” per protestare contro le criticità che, giornalmente, paralizzano la libera circolazione e che mettono a rischio l’incolumità degli automobilisti in transito.

Adesso la protesta è corale. I pendolari, coloro che quotidianamente devono far uso dell’autostrada e che rischiano di non arrivare sul posto di lavoro, hanno contestato le promesse dei dirigenti del “Consorzio autostrade siciliane” perché i pericoli sono sempre lì, sempre gli stessi: asfalto bucherellato, bitume distrutto, doppio senso di marcia anche in galleria, la frana di Letojanni, segnaletica quasi inesistente.

Leggi l'articolo completo su Gazzetta del Sud - edizione Messina in edicola oggi.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook