Sabato, 04 Febbraio 2023
stampa
Dimensione testo

Cronaca

Home Cronaca Messina sommersa dai rifiuti, misure urgenti per fronteggiare la crisi
L'EMERGENZA

Messina sommersa dai rifiuti, misure urgenti per fronteggiare la crisi

L'emergenza rifiuti a Messina continua a essere tutt’altro che risolta. Il sindaco aveva chiesto a tutti gli attori protagonisti della vicenda di risolvere la crisi prima che la settimana finisse. Ma la rincorsa ai fiumi di immondizia che costeggiano marciapiedi e strade, purtroppo, non è terminata ieri, anzi in diverse zone della città non si è ancora riusciti a smaltire l’arretrato e, nel frattempo, nuove tonnellate si aggiungono, anche perché una buona parte della popolazione messinese non rispetta i limiti e gli orari imposti dalle ordinanza sindacali in materia di deposito e conferimento dei rifiuti.

Il sindaco Cateno De Luca, dopo il lunghissimo vertice svoltosi nel pomeriggio di venerdì, ieri ha presieduto l’assemblea dei soci di Messina Servizi Bene Comune e ha tuonato contro dirigenti e funzionari. «In caso di mancato rispetto del termine indicato dal direttore generale, entro il 30 novembre, per la soluzione della crisi, ivi incluse le attività di sanificazione, si avvierà il procedimento per la rimozione del Dg e del Cda»: a scriverlo è il “socio unico”, cioè lo stesso De Luca.

© Riproduzione riservata

Scopri di più nell’edizione digitale

Dalla Gazzetta del Sud in edicola. Per leggere tutto acquista il quotidiano o scarica la versione digitale

LEGGI L’EDIZIONE DIGITALE

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook