Giovedì, 19 Settembre 2019
stampa
Dimensione testo
PROCESSO

L'agguato al fratello di Iano Ferrara a Messina, due gli indagati

di

Non cambia il numero degli indagati dell’operazione “Polena”, sulle nuove leve del clan di Santa Lucia sopra Contesse. Ma c’è una novità: a due degli undici destinatari delle informazioni di garanzia emesse dai sostituti procuratori della Dda Liliana Todaro e Maria Pellegrino, coordinati dal procuratore capo Maurizio De Lucia, viene contestato il tentato omicidio nei confronti di Gabriele, Francesco e Carmelo Ferrara.

Ne devono rispondere Tommaso “Masino” Ferro, 41 anni, e Raimondo “Saro” Messina, 46 anni. Gli avrebbero esploso contro «sei colpi di pistola calibro 7,65, mentre si trovavano a bordo di un’autovettura Audi A3». Illeso Carmelo Ferrara, feriti gli altri due (Gabriele «alla regione lombare destra, con proiettile ritenuto al fianco destro», e Francesco, «trafitto alla regione dorsale destra con proiettile ritenuto nel cavo ascellare destro»). Con l’aggravante «di aver commesso il fatto con premeditazione e con modalità mafiose».

La versione integrale dell'articolo è disponibile sull'edizione della Gazzetta del Sud.

© Riproduzione riservata

PERSONE:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook