Sabato, 07 Dicembre 2019
stampa
Dimensione testo
CALCIO

L' Acr Messina aspetta le magie di Arcidiacono

di
acr messina, Messina, Archivio
L' Acr Messina aspetta le magie di Arcidiacono

Tutto su Arcidiacono. Il Messina dal nuovo corso tecnico si prende una domenica di pausa e prepara l’assalto decisivo al forte attaccante catanese in uscita dalla Sicula Leonzio. I contatti tra il ds Adriano Polenta e l’entourage di “Biccio” sono frequenti e solo nei prossimi giorni la situazione sarà più chiara. Il giocatore ha già deciso con il club lentinese di non proseguire l’avventura in bianconero. Un rapporto che non andrà oltre i 5 gol siglati nella passata stagione, perché Arcidiacono ha voglia di giocare e di essere ancora protagonista e i recenti arrivi di Maza e Ripa in una sempre più ambiziosa Leonzio sono segnali che per lui il minutaggio in stagione sarebbe ridottissimo. Messina è piazza graditissima e il giocatore, rappresentato da Alessandro Cicchetti, avrebbe già mandato segnali di apertura al club giallorosso che aspetta i prossimi giorni per piazzare l’offerta giusta. Il mercato di C scade il 31 agosto, ma il giocatore potrebbe arrivare in giallorosso anche a settembre da svincolato. L’ostacolo è l’alto ingaggio che percepisce la punta originario di Librino: si lavora su quello nella speranza che la richiesta originaria (70mila euro, lo stesso cachet firmato con un biennale a Lentini, ndr) venga limata garantendo al giocatore, eventualmente, una serie di bonus legati a gol e promozione in C. Il Messina fiuta l’affare senza illudersi: dalla C qualche chiamata importante potrebbe anche arrivare sui titoli di coda, mentre il Bari – che qualche giorno fa aveva pensato ad Arcidiacono – ha virato su Mauro Bollino, un altro esterno d’attacco che ha terminato la sua avventura in maglia Sicula. Cambiano, invece, le strategie in mezzo al campo per il Messina. Il passaggio da Raffaele-Grasso a Infantino-Polenta ha del tutto raffreddato la pista che porta ai due esperti mediani Spinelli e Giordano: i due non rientrano nei piani dei giallorossi e saranno liberi di accasarsi altrove (C o Palazzolo).

Il cambio alla guida tecnica – con il 3-4-3 di Infantino a prendere il posto del 4-3-3 tanto caro a Raffaele – non richiede più la presenza di un classico play basso ma di interpreti più dinamici di una mediana che innanzitutto con Biondi, Cocimano e Bossa ha una buona base da cui ripartire. Le valutazioni, quindi, saranno molto attente e richiederanno qualche giorno. Più facile che a breve giro di posta arrivi qualche altro “under”, soprattutto ’99 e 2000, che rinforzi un settore ancora lacunoso.

In uscita, invece, da registrare la partenza del portiere Miguel Angel Martinez. Il portiere spagnolo, arrivato dal Catania per un periodo di prova, non ha convinto. Più che i suoi mezzi tecnici a far pendere l’ago della bilancia per il “no” sarebbe la scelta di Infantino di puntare su un “under” tra i pali. Meo, quindi, avrebbe la grossa chance, pur se al suo fianco – con Prisco destinato all’Igea Virtus – arriverà almeno un altro giovane. Deluso Martinez sul proprio profilo Instagram;: «Dopo aver preso la decisione difficile di non continuare in una grandissima società (il Catania, ndr), oggi mi ritrovo a lottare senza una squadra senza capire il perché ancora». Uno sfogo che conferma come il Messina abbia deciso di non puntare su di lui per il prossimo campionato.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook