Domenica, 21 Ottobre 2018
MESSINA

De Luca si appella al Governo

di
baraccopoli, furci siculo, salvini, Messina, Sicilia, Archivio
Tutte le baracche via entro il 31 dicembre

Il sindaco De Luca invita il ministro dell’Interno Matteo Salvini, in occasione della sua visita programmata per il 14 agosto a Furci Siculo, «a prendersi una granita in una delle baracche del “lebbrosario” di Messina».

È il miglior modo, scrive De Luca al vicepremier, per far toccare con mano «la gravissima emergenza per troppo tempo colpevolmente sottovalutata» nella quale vivono tra otto e diecimila persone, nelle oltre duemila costruzioni fatiscenti delle sette “favelas” dello Stretto.

La visita cadrebbe nel momento giusto, cioè nei giorni in cui si è riaperto il libro del risanamento mancato e il sindaco ha richiesto la dichiarazione dello stato di emergenza alla Regione siciliana, con l’indispensabile sostegno che dovrebbe arrivare anche dal Governo nazionale.

Le ordinanze di sgombero e demolizione delle costruzioni ricadenti negli ambiti delle zone da sbaraccare sono collegate al riconoscimento di questa «emergenza abitativa endemica» che fa di Messina un caso unico nel panorama nazionale e regionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X