Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

MareFestival Salina,
rassegna di... stelle

di
salinamarefestival, Messina, Archivio, Cultura
MareFestival Salina, rassegna di... stelle

Si comincia l’11 luglio: non solo cinema, ma anche musica, libri e moda con Tony Sperandeo, Lucia Sardo e Jalisse sul palco di MareFestival Salina.

Tra gli ospiti la cantautrice Alessandra Nicita e lo scrittore best seller Daniel Speck

Si arricchisce il parterre di MareFestival che, dall’11 al 15 luglio, a Salina, riunirà il grande cinema e non solo: a ricevere il Premio Troisi, oltre ad Anna Galiena, Fausto Brizzi e Roberto Lipari, due tra i più apprezzati attori caratteristi del grande schermo siciliano, Tony Sperandeo e Lucia Sardo. Due volti inconfondibili, accomunati da una lunga carriera: il primo, oltre 65 pellicole tra cui “Mery per sempre”, “La scorta”, “Palermo - Milano solo andata”, “Baaria”, “Johnny Stecchino”; la seconda, interprete divisa tra teatro e film, tra cui “Le Buttane”, “La Ribelle” e l’ultimo “Malarazza” che sarà proiettato a Salina, alla presenza del regista Giovanni Virgilio e della protagonista Stella Egitto.

La kermesse, organizzata da Massimiliano Cavaleri con Patrizia Casale e Francesco Cappello, accoglierà cantanti, scrittori e momenti moda made in Sicily, a cominciare dai Jalisse, Alessandra Drusian e Fabio Ricci, vincitori di Sanremo 1997 e reduci dal successo di RaiUno “Ora o mai più” di Amadeus, che sabato 14 luglio prossimo ritireranno il Premio Troisi; venerdì 13 la cantautrice, e adesso attrice, bolognese Alessandra Nicita riceverà la Targa Argento MareFestival e proporrà brani dell’ultimo disco “Canzoni di nascosto”, accompagnata dal musicista Marco D’Ottavio.

Dalla musica alla letteratura. Saranno presentati tre libri: il best seller dello scrittore tedesco Daniel Speck “Volevamo andare lontano” (Sperling & Kupfer) che, con oltre 300.000 copie, narra una storia attuale tra immigrazione e integrazione e offre una chiave di lettura del presente attraverso il mondo dell’industria automobilistica (la storia dell'Iso Rivolta, simbolo del genio e della creatività italiana, capace di salvare Bmw dal fallimento). Se ne parlerà dopo la conferenza stampa di apertura, mercoledì 11 (ore 18), all’Hotel “Santa Isabel”, a Malfa, alla presenza della madrina di MareFestival Maria Grazia Cucinotta. La sera stessa, alle 22,30, al Lido Gharb di Lingua il giornalista messinese Attilio Borda Bossana illustrerà il suo volume, fresco di stampa, “Stretto di Messina. Traversata e collegamenti” (Pungitopo) a colloquio con Caterina Mittiga: un viaggio che parte dalle storiche navigazioni alle più antiche idee di “ponti” e collegamenti tra Sicilia e Calabria fino a miti e leggende, corredato da fotografie e analisi storiche e cronologiche, un modo per raccontare la Città porta dell’isola siciliana e il forte legame col mare.

Domenica 15, all’Hotel “I Cinque Balconi”, invece sarà la volta del romanzo di Fabrizio Palmieri “Di amori diversi” (Ad Est dell'Equatore). Sabato 14 appuntamento al “Rapanui” con le espressioni stilistiche della nostra terra: dalle collezioni di Heluna, brand siciliano dai motivi mediterranei agli aristocratici cappelli e outfit a tema di Ketty Turano Chapeau e l’alta moda di Katia Montagna Atelier Chiccosa, i cui abiti saranno arricchiti dagli occhiali Veronica Crisafulli, dalle acconciature di Damiano Gentile e dal make up di Leyla Rizzo.

Una Targa Argento MareFestival sarà consegnata a Miriam Collini Maraziti, storica costumista della Tv e del Cinema che ha firmato abiti e creazioni per note trasmissioni televisive e film: un modo per celebrare i 40 anni della sua splendida carriera al fianco di grandi nomi dello spettacolo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook