Martedì, 29 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio "Svincolo aperto nei week-end"
MESSINA

"Svincolo aperto nei week-end"

di
giostra, svincolo, Messina, Archivio
svincolo dall'alto

Negli uffici di contrada Scoppo si studia il modo per alleviare i disagi, non per evitarli dal momento che i lavori di rifacimento del viadotto devono essere eseguiti. Da quando lo svincolo di S. Michele è stato chiuso in ingresso, regna il caos in quello di Boccetta e di conseguenza sullo stesso viadotto a corsia unica dal 2012. E così i disagi esistenti già da 6 stagioni estive, per i messinesi che in questo periodo si spostano quotidianamente da e per la riviera tirrenica, si sono trasformati in incubo. Lo smantellamento delle parti laterali degli impalcati che poi dovranno essere trasferiti al suolo per essere smaltiti è un'operazione altamente pericolosa e quindi impone la totale chiusura degli scivoli di ingresso sottostanti. Questa fase è previsto si possa concludere in tre settimane. Ma a giudicare da quanto si sta verificando, il direttore generale del Cas Leonardo Santoro ha già chiesto all'impresa di chiudere il cantiere nel fine settimana in modo da consentire la riapertura dello svincolo di Giostra dalle 16 di venerdì fino all'alba di lunedì. Al tempo stesso di aumentare i turni di lavoro, stabilendo un terzo turno, lasciando aperto il cantiere h24 da lunedì al venerdì. Ma la chiusura degli scivoli in entrata per gran parte della settimana, potrebbe essere l'occasione giusta per eseguire delle opere per eliminare degli avvallamenti pericolosi. Sarebbe una beffa se questo intervento si dovesse rendere necessario una volta completata questa fase di smontaggio degli impalcati. Una beffa, intanto, continua ad essere il pagamento del pedaggio che gli automobilisti sono costretti a corrispondere una volta giunti alla barriera di Pontegallo. Un balzello già discutibile in condizioni normali e del quale si è parlato, scritto raccolte firme. Ma che non ha assolutamente senso, da qualche anno, cioè da quando si paga per un servizio non reso. Ma adesso, la beffa...fa quasi rima con truffa

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook