Sabato, 22 Settembre 2018
MESSINA

Indagine Cas, in carcere l'ex presidente Nino Gazzara

arrestato, cas, nino gazzara, Messina, Sicilia, Archivio
Nino Gazzara

"L'avvocato Gazzara ha nascosto 300mila euro". Parla, senza sapere di essere intercettato un ingegnere della Condotte spa, tra i responsabili del cantiere della Siracusa-Gela su cui stava realizzando lavori la società coinvolta in una indagine della Procura di Messina su una presunta mazzetta (in realtà di 30mila euro, secondo gli inquirenti) per l'affidamento delle opere. L'indagine ha coinvolto, tra gli altri, il presidente del consiglio di gestione della Condotte Duccio Astaldi, finito ai domiciliari. A riscuotere la tangente sarebbe stato Antonio Gazzara, vicepresidente dell'ente appaltante, il Consorzio Siciliano Autostrade. La tangente sarebbe stata spacciata come il compenso riscosso da Gazzara per una consulenza in realtà mai fornita a un'altra società, la Pachira Partners. Nell'indagine è coinvolto anche Stefano Polizzotto, ex capo della segreteria tecnica dell'ex governatore siciliano Rosario Crocetta che avrebbe fatto da intermediario tra la Condotte e il pubblico ufficiale corrotto. "Sinceramente si prendono i soldi!, so soltanto che è un metodo d'azzardo...se si viene a scoprire ...Pachira in questo momento ad Astaldi ...di lì Gazzara", dice l'ingegnere al suo interlocutore che è uno dei legali della società. "Per ..... per fortuna nascondono...stai a sentirmi...l'hanno sempre fatto!", gli spiega.

Le indagini hanno scoperto l’esistenza di un rapporto privilegiato tra ARMONIUM e il vice presidente del CAS (pro tempore) avv. Antonino GAZZARA, che in modo continuativo si prodigava per favorire appunto una gestione favorevole all’appaltatore, attraverso una serie di interventi: proroga di termini inderogabili di consegna di opere, riconoscimento all’impresa di riserve per importi di centinaia di milioni, abbattimento di penali, riconoscimento di premi ed altro ancora.

Per contro, GAZZARA riceveva incarichi professionali dalla società Pachira per circa € 30.000 e la promessa per consulenze future.

 

In dettaglio, le persone destinatarie dell’ordinanza sono:

1.    ARMONIUM  Nicola,  gestore di fatto della società di consulenza Pachira Partners s.r.l. [custodia cautelare in carcere]

2.    ASTALDI Duccio, già presidente del consiglio di gestione della società “Condotte D’acqua S.p.A.” [arresti domiciliari];

3.    D’ANDREA  Antonio, già presidente di COSIGE Scarl [arresti domiciliari];

4.    GAZZARA Antonino, già vice presidente del CAS [custodia cautelare in carcere];

5.    POLIZZOTTO Stefano,  avvocato [arresti domiciliari];

6.    SCEUSA Gaspare, dirigente del CAS e RUP  [arresti domiciliari].

 

Il Giudice disponeva, altresì, il sequestro per equivalente dei proventi illecitamente percepiti, per un importo di quasi 480 mila euro, eseguito nei confronti della società PACHIRA Partners e degli avvocati Stefano POLIZZOTTO, Antonietta SARTORIO e Antonino GAZZARA.

Nell’indagine figurano anche altri 5 indagati.

L’esecuzione della misura è stata eseguita dalla  Sezione di P.G. aliquota Polizia di Stato presso la Procura della Repubblica di Messina , dalla Squadra Mobile di Messina e dalle Squadre Mobili di Roma e Palermo.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X