Venerdì, 19 Ottobre 2018
MESSINA

Incidente mortale, aperta inchiesta

di
incidente stradale, maio, san saba, suzuki, Messina, Archivio
Incidente a Rodia, muore 50enne di Milazzo

Un raccapricciante appuntamento con il destino. La Suzuki condotta dalla vittima, dipendente amministrativo di una struttura sanitaria, è andata a scontrarsi con l'auto alla cui guida si trovava un'infermiera professionale del Policlinico. Ed è stata proprio la donna che scesa dalla sua Peugeot 207 si è accorta per prima delle gravissime condizioni del 50enne dopo la rovinosa caduta seguita all'impatto, a prestare l'immediato soccorso. Ha tentato di rianimarlo ma presto si è accorta che non c'era nulla da fare. Il corpo di Giovanni Maio si è presto attorniato da una pozza di sangue al km 28 della strada statale 113, al confine tra la frazione di S. Saba e quella di Rodia. Erano da pochissimo trascorse le 19. Sul posto sono subito giunti i Carabinieri di Castanea che hanno disciplinato la circolazione in attesa che arrivasse da Messina la Polizia municipale. Gli agenti della sezione infortunistica hanno effettuato i rilievi. Maio stava viaggiando in direzione Villafranca provenendo da Messina dove era stato impegnato prima alla clinica Cappellani poi all'istituto ortopedico di Ganzirri, le due strutture sanitarie di proprietà del Gruppo Giomi per il quale la vittima lavorava. Ad un certo punto, per cause che sono ancora al vaglio della polizia municipale, la sua Suzuki in un tratto di strada dove la pubblica illuminazione è a dir poco carente, ha urtato contro la parte bassa della portiera posteriore destra della Peugeot 207 condotta dall'infermiera. A quanto pare dalle indagini la donna aveva appena compiuto la manovra per uscire da un'area adibita a parcheggio ai margini della strada statale e stava per dirigersi anch'essa verso Villafranca. Si è accorta quindi subito della rovinosa caduta del centauro e si è precipitata a prestare soccorso. Giovanni Maio era un amante delle due ruote ed era tornato in sella alla sua moto malgrado fosse reduce da un incidente stradale che lo aveva costretto ad una fase di riabilitazione. Un fascicolo intanto è stato aperto in procura dal sostituto Stefania La Rosa che ha ordinato il sequestro della moto e dell'auto. Lunedì sarà conferito l'incarico per l'autopsia sulla salma del centauro.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X