Lunedì, 28 Settembre 2020
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il ricordo di Roberto Saccà
LETOJANNI

Il ricordo di Roberto Saccà

di
alluvione, letojanni, roberto saccà, Messina, Archivio
Maltempo, disperso il 74enne Roberto Saccà

In occasione dell’anniversario dell’alluvione del 2016, il Comune ha ricordato Roberto Saccà, morto a causa del maltempo, e ha omaggiato alcune delle persone che hanno operato in quei drammatici momenti.

Il civico consesso, convocato dal presidente Salvatore Curcuruto, si è riunito alle 11,30 accogliendo i familiari della vittima ed i rappresentanti della Guardia costiera, dell’Ufficio locale marittimo, dei “Rangers Intenational”, del “Gruppo Interforce Jonica” e della polizia municipale.

Il sindaco, Alessandro Costa, ha parlato del suo rapporto personale col 74enne architetto messinese innamorato di Letojanni e del mare, dove il suo corpo venne ripescato, dopo tre giorni di intense ricerche (venne probabilmente travolto dal torrente Silemi e trascinato via). Ha annunciato che, per ricordarlo, si sta pensando a un’iniziativa che gli sarebbe potuta piacere, come una gara di pesca sportiva. Il parroco, Pino Gentile, ha guidato un momento di preghiera e una benedizione, per poi invitare i presenti alla messa in suffragio di Saccà che è stata celebrata ieri sera. La vedova, Pina Cannistraci, ha ringraziato tutti quelli che sono stati vicini alla famiglia, durante e dopo la tragedia.

Curcuruto ha quindi letto le motivazioni degli encomi solenni, che sono stati consegnati al comandante della Capitaneria di porto di Messina, Nazzareno Laganà; al comandante dell’Ufficio locale marittimo di Giardini Naxos, Cosimo Roberto Arizzi; ai militari della Guardia costiera impegnati nelle operazioni di ricerca; al comandate della polizia locale, Alessandro Molteni; a Dario Santoro, capodelegazione di Letojanni dei “Rangers International”; a Francesca Celi (in rappresentanza del presidente Daniele Rizzo) per il “Gruppo Interforce della Jonica”.

Sono intervenuti anche i consiglieri Marilena Bucceri e Fabio Cicala, per il gruppo “Come un’onda”, e Cateno Ruggeri, per “Letojanni domani”: tutti hanno condiviso l’iniziativa e lodato l’operato dei soccorritori.

Due mesi fa il Comune aveva già omaggiato il personale della Compagnia carabinieri di Taormina e della stazione di Letojanni, del Comando provinciale dei vigili del fuoco e del distaccamento locale del “115” per l’opera svolta.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook