Venerdì, 21 Gennaio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Nonni e nipoti, legame indissolubile
MESSINA

Nonni e nipoti,
legame indissolubile

di
festa nonni, palacultura, Messina, Archivio
Nonni e nipoti, legame indissolubile

I nonni sono una deliziosa miscela di risate, di atti premurosi, di storie meravigliose e di tanto amore. Un legame indissolubile, quello che lega nonni e nipoti, che ogni anno viene celebrato attraverso l’ormai consolidata “Giornata messinese del Nonno” che, giunta alla X edizione, è stata promossa dalla Federspev-sezione di Messina, presieduta dal prof. Antonio Arcoraci. L’evento, presentato al Palacultura da Totò Pugliese e Rosanna Trovato Morabito, è stato promosso con il sostegno di ben 17 associazioni cittadine.

Dopo un minuto di silenzio, in ricordo delle vittime dell’all’alluvione del 2009, si è esibito il coro dell’Istituto Boer-Verona Trento diretto dalla professoressa Luisa De Matteis, con l’accompagnamento al pianoforte della professoressa Donatella Salvà. Ad introdurre la manifestazione il prof. Arcoraci che ha ricordato il compianto Tino Santoro, uomo eclettico, di grande levatura culturale, medico e nonno al quale è stata dedicata la “Giornata”.

«I nonni sono i pilastri della società», ha spiegato l’assessore regionale ai Beni culturali Aurora Notarianni che ha anche ricordato la figura del proprio nonno evidenziandone il coraggio, la tempra e i grandi insegnamenti ricevuti. A porgere i saluti da parte della Federspev Iole De Luca, presidente dell’Ordine dei medici veterinari, mentre a nome delle associazioni partecipanti è intervenuta Anna Maria Crisafulli Sartori, presidente della sezione messinese del “Convegno di cultura Beata Maria Cristina di Savoia” che si è soffermata sul ruolo del nonno materno Giovanni Andrea Raneri, maestro elementare di Itala, decorato di due medaglie d’oro dal ministero della Pubblica istruzione per la sua appassionata battaglia contro l’analfabetismo. Sul palco anche la scrittrice Rosa Gazzara Siciliano, chiamata a porgere il saluto a nome dei nonni, la quale dopo aver spiegato di essere anche bisnonna e augurato a tutti di poter fare questa bellissima esperienza, ha letto due sue toccanti poesie, “Piccolo uomo” e “Maternità”. In rappresentanza dei nipoti è intervenuto Fabrizio Villari Moroni che dal 16 giugno ha acquisito il cognome della nonna, la giornalista Italia Moroni Cicciò, grazie all’approvazione di una richiesta formale presentata al prefetto di Messina, Francesca Ferrandino per l’aggiunta del cognome Moroni. «L’approvazione – ha detto Fabrizio Villari Moroni, dopo aver letto richiesta – ha di fatto ufficializzato l’amore immenso che provo per mia nonna Italia, una persona forte, intraprendente, coraggiosa e che si è fatta da sé». «Sono molto contenta – ha detto Italia Moroni Cicciò – e questa decisione ha riempito il mio cuore di gioia. Evidentemente mio nipote ha trovato in me una guida ma io ho semplicemente fatto la nonna stando al suo fianco». Tema scelto per l’edizione 2017 la moda tra gli anni ’20 e gli anni ’60 del secolo scorso con la direzione organizzativa dello spettacolo del maestro Pippo Gravina. Grande successo per il défilé di gala con abiti d’epoca indossati dai giovani Leo della I Area Operativa del Distretto 108 YB Sicilia, a cura di Maria Eugenia e Ida Cuzzocrea, anticipato dalla riflessione della prof. Giuseppina D’Argenio su “Le emozioni e le parole degli abiti” e dello studente Alberto Crupi su “La moda dagli anni ’20 agli anni ’60” del liceo artistico “Basile”. A seguire Lillo Panama e il suo repertorio; favole e musica e le poesie di Smeralda Arena, Giovanna Curtò Magazzù, Ninny Mantineo Gambadauro e Pietro Pitrone. Vincitore del concorso fotografico del 2017 è stato Diego Cuzzocrea il cui premio è stato consegnato dalla prof. Anna Paino Moleti, presidente della commissione giudicatrice, composta dal prof. Arcoraci, dall’ avv. Francesca De Domenico Leonardi, presidente dell’Ammi di Messina, in rappresentanza delle associazioni che promuovono la “Festa del Nonno” e di Giuseppe Magaudda, esperto di fotografia. La “Giornata” si è conclusa con l’intervento della dott. Letizia Molino, presidente della Federspev di Palermo e consigliera nazionale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook