Venerdì, 22 Ottobre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Il topicida portato da un’agente in servizio al carcere
MESSINA

Il topicida portato da un’agente in servizio al carcere

di
bimbo intossicato, carcere, messina, topicida, Messina, Sicilia, Archivio
Il topicida portato da un’agente in servizio al carcere

Sarebbe stata una poliziotta penitenziaria in servizio alla Casa circondariale di Gazzi a portare all’interno, e a lasciarle sul pavimento, le bustine del potentissimo topicida che, nel primo pomeriggio dello scorso 6 settembre, è stato in parte ingerito dal bimbo nigeriano rinchiuso con la madre e con la sorellina nel reparto femminile del carcere di via Consolare Valeria.

La donna, dopo il clamore mediatico suscitato dalla notizia, avrebbe ieri mattina deciso di “confessare” le proprie responsabilità al direttore dell’istituto di pena, Calogero Tessitore, che ha immediatamente trasmesso quanto di competenza agli organi competenti.

L’agente di polizia penitenziaria è stata così immediatamente sottoposta a procedimento disciplinare.

L'articolo completo nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud

Clicca qui per acquistare la tua copia digitale

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook