Lunedì, 15 Ottobre 2018
MESSINA

Acqua, la mappa dei disagi a Messina

di
acqua, amam, disagi, Messina, Archivio
acqua potabile

E' inutile creare allarmismo, ma essere pronti quello sì. La settimana dei lavori a Calatabiano potrà portare dei disagi ma non saranno minimamente paragonabili a quelli di due anni fa quando una frana, proprio sulla soglia della provincia catanese, mise in ginocchio per tre settimane, allarmando mezza Italia.

Per due giorni non arriverà acqua da quel prezioso acquedotto. In compenso arriverà un aiuto dall'Alcantara, poco ma ci sarà. L'acqua che Amam avrà immagazzinato sarà distribuita in città in due momenti.

La prima metà martedì mattina, dalle 5 alle 8, la seconda mercoledì sempre dalla 5 alle 8.

Detto che lunedì, giorno d'inizio dei lavori, non ci sarà alcun tipo di sofferenza, accadrà che martedì avranno l'acqua gli abitanti della zona centro sud, cioè per tre ore potranno riempire i serbatoi tutti coloro che abitano da Giampilieri a tutto il viale Giostra ( lato sud) come riferimento geografico.

L'altra metà della città, martedì,  non avrà acqua.

Il giorno successivo si invertiranno le parti. Dalle 5 alle 8 sarà erogata da Torre Faro sino a piazza Castronovo e al lato nord del viale Giostra (lato via Palermo).

Niente acqua perciò mercoledì nella zona centro sud.

Da giovedì secondo i programmi di Amam, invece, tutti dovremmo avere la solita razione quotidiana e gran parte della città tornerà alla normalità.

Gran parte perchè le zone più alte, quelle collinari, ma anche la stessa Annunziata dove abitano decine di migliaia di messinesi, potrebbe impiegare più tempo per essere servita regolarmente.

Colpa della rete e dei suoi difetti che anche nelle giornate normali non rendono sufficiente l'approvvigionamento.

Per questo Amam parla di una reale fine della crisi per la giornata di sabato , nonostante i lavori a calatabiano si chiudano mercoledì all'ora di pranzo.

Al momento non è stata attivata alcuna azione di prevenzione sul territorio da parte della protezione civile comunale.

Non sono state programmate, finora, postazioni con autobotti a cui attingere in caso di necessità, ma – se amam lo richiederà- questo non vuol dire che non possano essere attivate all'occorrenza da Palazzo Zanca che in queste settimane è vigile h24 per via della campagna antincendi.

 

© Riproduzione riservata

TAG: , ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X