Mercoledì, 01 Dicembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Messina, la Calabria è "sparita"
SABBIA DEL DESERTO

Messina, la Calabria è "sparita"

sabbia sahariana, Messina, Calabria, Archivio
Messina, la Calabria è "sparita"

Ecco come appare lo Stretto di Messina, specie se osservato dalle zone collinari, a causa della imponente nube di sabbia sahariana proveniente dall'entroterra algerino. Il fenomeno, come hanno spiegato i meteorologi di 3Bmeteo nei giorni scorsi, è dovuto a una depressione in quota situata sul Nord Africa e di un'altra in approfondimento nelle prossime sul Mar Ligure. Il pulviscolo si è propagato in gran parte delle regioni centro-meridionali italiane, con il picco che si è concentrato tra Sicilia e Calabria. Laddove non piove, la polvere sahariana influenza la colorazione del cielo, che in molti casi appare giallognolo e fosco, soprattutto sulle aree dove si avranno le concentrazioni più elevate. La presenza di precipitazioni - più o meno intense a seconda delle zone - favorirà invece la deposizione di questa polvere desertica sulle varie superfici. 
Città come Palermo, Catania, Trapani, Messina, Cagliari, Napoli, Reggio Calabria, Brindisi, Bari e anche Roma, stanno subendo uno di questi due fenomeni, oppure anche entrambi.

La nube di sabbia a Palermo (Immagine tratta dal sito 3Bmeteo.com)

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook