Venerdì, 21 Settembre 2018
MESSINA

La “sfiducia” rafforza Accorinti

accorinti, messina, Messina, Archivio
La “sfiducia” rafforza Accorinti

Felice, sereno e rafforzato. Il sindaco Renato Accorinti, dopo un interminabile match sul ring del consiglio comunale, ha vinto lo scontro decisivo e adesso può governare fino alla fine del mandato. La mancata approvazione della mozione di sfiducia non è stata e non sarà indolore. I veri sconfitti sono i partiti, in particolare il Pd dove sono esplose le contraddizioni interne. Il commissario Ernesto Carbone difende la coerenza della capogruppo Antonella Russo e rivendica il ruolo di dura opposizione dei “democrats” nei confronti dell’amministrazione comunale. Forte autocritica, ma anche frecciate velenose agli altri leader di partito, arrivano dai deputati Beppe Picciolo (Pdr-Sicilia Futura) e Nino Germanà (Ncd-Area popolare). Assieme ad Accorinti, nella vicenda si è ritagliata un ruolo importante anche la presidente del consiglio comunale Emilia Barrile che ha teleguidato le astensioni decisive del gruppo di Forza Italia, assumendone di fatto la leadership a livello locale.

Oggi (17 febbraio) nell'edizione in edicola della Gazzetta del Sud tre pagine dedicate alla mancata approvazione della mozione di sfiducia al sindaco

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

Correlati

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X