Martedì, 17 Maggio 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Rione Taormina, Natale tra le macerie
MESSINA

Rione Taormina, Natale tra le macerie

di
iacp, messina, natale, rione taormina, Messina, Archivio
Rione Taormina, macerie da rimuovere

A Messina, per come vanno le cose, non si smetterà mai di pronunciare la parola risanamento. Le operazioni in tal senso procedono talmente a rilento che è impossibile immaginare una sola zona degradata rimessa a nuovo. A rendere la situazione ancora più difficile sono i rapporti non idilliaci tra gli enti che del risanamento dovrebbero fare insieme il loro cavallo di battaglia, Comune e Iacp. Ricordando che nove mesi fa si era celebrato l'avvio del risanamento al rione Taormina con l'arrivo delle ruspe oggi quello che rimane non è un bel vedere. Nello spiazzo pieno di detriti è nata adesso anche una discarica a cielo aperto e tra le macerie sono anche spuntate erbacce, arbusti e persino delle piante di pomodori. L'assessore alle politiche della casa Sebastiano Pino alcuni giorni fa aveva dichiarato ai nostri microfoni che la responsabilità del fermo è da addebitare allo Iacp che deve, con i 50 mila euro, stanziati dalla Regione bonificare la zona.

Lo Iacp dal canto suo, con una lettera inviata al dipartimento, smentisce i fatti sostenendo intanto che le somme non sono 50 mila ma 38 mila con il ribasso, che sono destinate esclusivamente alla demolizione di baracche e casette che si rendono libere a prescindere dall'assegnazione di alloggi e non riguardano la rimozione del materiale di risulta inclassificabile che ammonterebbe al momento a circa 100 metri cubi. Nessun intervento inoltre si può portare avanti se non si procede alla liberazione delle baracche compito quest'ultimo del Comune con la polizia municipale.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook