Domenica, 23 Settembre 2018
MESSINA

Rapina a Capo d'Orlando, palermitani in manette

di
capo d'orlando, messina, rapina, Messina, Archivio
Carabinieri

Sono quattro palermitani le persone fermate dai Carabinieri ieri mattina poco prima che assaltassero un furgone portavalori che stava portando il denaro per il pagamento delle pensioni all'ufficio postale di via consolare Antica in contrada Piana a Capo d'Orlando.  Le manette sono scattate ai polsi di  Onofrio Palazzo, 48 anni, Daniele Visconti, 45, Salvatore Visconti, 55 e Gaetano Licata, 65 anni, tutti già noti alle forze dell’ordine. I militari dell'Arma hanno denunciato a piede libero anche un uomo di Capo d’Orlando, accusato di essere il basista del gruppo. Sarebbe stato lui a fornire ospitalità ai quattro palermitani che domenica sera hanno rubato due auto, una a Capo d’Orlando e l’altra a Tortorici, che dovevano essere utilizzate per il colpo.

E' stata proprio la denuncia presentata dal proprietario di una delle due auto ad insospettire i carabinieri che hanno intuito subito che il mezzo poteva servire per mettere a segno un colpo. Anche perchè è noto a tutti che i primi giorni del mese negli uffici postali sono in pagamento le pensioni. Così i Militari si sono posizionati nei pressi di obiettivi sensibili e quando è giunta la segnalazione di un tentavo di rapina all'ufficio di contrada Piana, sono entrati subito in azione ed hanno bloccato i quattro palermitani.  Recuperata anche la Uno rubata in contrada Forno e che era stata parcheggiata proprio davanti all’ufficio postale in cui era appena arrivato il furgone portavalori. I quattro arrestati sono stati rinchiusi nel carcere di Gazzi in attesa dell'udienza di convalida che si terrà al tribunale di Patti.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X