Martedì, 25 Settembre 2018
ARPINO

Messinese secondo al Certamen Ciceronianum

certamen ciceronianum, messinese, roberto d'andrea, Messina, Archivio
Messinese secondo al Certamen Ciceronianum

E' Mariachiara Arminio, del liceo scientifico 'Carlini' di Brescia, la vincitrice della trentaseiesima edizione del 'Certamen Ciceronianum' che si è svolta da venerdì ad Arpino, la cittadina in provincia di Frosinone. La campionessa di latino ha battuto Roberto D'Andrea del liceo classico 'Farina-Basile' di Messina. Centotrenta partecipanti da tutta Europa si sono affrontati nella gara di traduzione e commento di un brano di Cicerone. Quest'anno il passo sul quale si sono cimentati gli studenti dell'ultimo anno di liceo è stato tratto tratto dal "De Divinatione". Nel brano Cicerone spiega tutti i fenomeni della natura con la forza della ragione. E sostiene che "qualunque cosa viene alla luce, quale che essa sia, è necessario che risalga a una causa naturale, cosicché, quand'anche si sia manifestata al di fuori della normalità, tuttavia non possa esistere al di fuori della natura. Dunque - aggiunge - di fronte a un fenomeno nuovo e stupefacente, investigane la causa, se potrai". Al terzo posto si è classificato Jules Culot, studente di Bruxelles, mentre al quarto la tedesca Katharina Weiten. In quinta posizione si è classificato Andrea Budruce, del liceo Catullo di Monterotondo a Roma. Prima nelle menzioni speciali Maria Chiara Battiato del Liceo 'Catullo' di Monterotondo e quarta Diletta Nannini del Liceo Classico Tasso di Roma. Soddisfazione hanno espresso il presidente del centro studi Cicerone, Pierpaolo Gradogna, e il sindaco di Arpino, Renato Rea.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X