Mercoledì, 19 Settembre 2018
"SETTEMASSI"

Erano il terrore
delle banche

rapine settemassi, Messina, Sicilia, Archivio
pistola

Otto persone sono state fermate dalla squadra mobile di Siracusa, in collaborazione con la squadra mobile di Catania, perché ritenute autori e basisti di una serie di rapine in banche commesse tra il settembre e novembre scorsi a Cassibile, Lentini, Palazzolo Acreide e Capo d'Orlando. L'operazione è stata denominata "Settemassi". I colpi hanno fruttato poco più di 13 mila euro. Secondo gli investigatori il gruppo stava preparando un'altra rapina per oggi. I fermati sono Salvatore La Rosa, di 50 anni, di Palazzolo Acreide; Gaetano Calco', di 49, di Villasmundo; Francesco Conti Taguali, di 27, di Villasmundo, tutti ritenuti i basisti del gruppo, e i catanesi ritenuti gli esecutori: Lucio Giuseppe Giuffrida, di 29 anni, Antonino Grasso, di 60, Antonino Russo, di 31, Massimo Catania, di 45, Michelangelo Zito, di 60. Durante le rapine i malviventi hanno agito sempre con lo stesso 'modus operandi. Erano a volto scoperto o parzialmente travisato, non hanno fatto uso di armi da fuoco ma erano armati di taglierini e sono fuggiti con l'aiuto di complici che li attendevano in una Volkswagen. (AA).

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook