Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

Emergenza idrica
Ecco l'evoluzione

Dopo l'intoppo della scorsa notte che ha comportato l'interruzione del flusso proveniente dalla condotta del Fiumefreddo si attende la nuova ripartenza verso la rete di distribuzione cittadina. I tencici stanno completando a Calatabiano la saldatura della condotta nel punto in cui si sono evidenziate ulteriori perdite.

Una volta avviato il flusso, ci vorranno almeno due ore per l'arrivo al serbatoio MONTESANTO da dove poi avviene lo smistamente verso gli altri dislocati su tutto il teritorio.

Alemno 6 ore occorrono per riempirsi. Solo dopo può avvenire la distribuzione. Da questo momento  parte l'informazione live e quindi restiamo in attesa che ci comunichino la conclusione del nuovo intervento e il via al flusso nella condotta. 

 

ORE 11.53 - Il consigliere comunale Benedetto Vaccarino e quello della Terza circoscrizione Mario Barresi chiedono all'Amam e all'Amministrazione Accorinti di inviare autobotti nei quartieri della città dove si registrano maggiori disagi, per andare incontro alle esigenze di chi non può raggiungere i punti di distribuzione già attivati.

ORE 12 - Ultimata saldatura, si passa quindi a nuova verifica per accertarsi di eventuali microlesioni. Sul posto anche la Protezione civile regionale per accertarsi che tutto proceda nella massima sicurezza per la popolazione di Calatabiano. Si attende quindi in via per far ripartire il flusso verso Messina.

ORE 12,30 - Comincia ad arrivare l'acqua in alcune zone della città, come a Giostra, Tremonti e Ritiro. I disagi maggiori si registrano nelle zone situate più in alto rispetto allivello del mare.

ORE 12.46 - L'Amam comunica l'insorgere di contrattempi nei lavori di riparazione: a causa di aria nella condotta, necessari interventi di sfiato e di consolidamento. La spinta idrica verso Messina risulta rallentata. La certezza su quando l'acqua tornerà a pieno regime nelle case si avrà oggi pomeriggio, tra le 16 e le 17.

ORE 13.11 Primo comunicato dell'Amam - Slitta di qualche ora l'immissione in rete dell'acqua, poiché, nel corso della notte, il prezioso liquido non è riuscito ad avanzare nella condotta che parte da Fiumefreddo, per la presenza di consistenti bolle d'aria. Dalla saldatura operata ieri 'a freddo' nel tratto che era stato danneggiato dalla frana a Calatabiano, peraltro, è fuoriuscita qualche goccia d'acqua che richiederà l'immediato intervento per evitare ulteriori danni nel corso del tempo. Tra un paio d'ore, comunque, si proverà nuovamente ad immettere l'acqua in condotta, verso i serbatoi cittadini, dai quali partono le reti che servono le case dei messinesi.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X