Domenica, 29 Gennaio 2023
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Una tre giorni per parlare della pena Domenica il ministro Orlando
MESSINA

Una tre giorni per parlare della pena
Domenica il ministro Orlando

Nel corso di una conferenza stampa che si è svolta oggi a Palazzo Zanca, alla presenza del sindaco, Renato Accorinti, del rettore dell'Università degli Studi di Messina, Pietro Navarra, e del presidente del Tribunale di Sorveglianza, coordinatore nazionale Conams, Nicola Mazzamuto, è stato presentato “SENSO E FUTURO DELLA PENA nel quarantennale dell’ordinamento penitenziario, nell’anno del verdetto di Strasburgo e degli stati generali dell’esecuzione penale e nella prospettiva del giubileo dei carcerati”, convegno organizzato dal Coordinamento nazionale dei Magistrati di sorveglianza (CONAMS), con il patrocinio del Comune e dell'Università degli Studi di Messina. “E' un'iniziativa – hanno dichiarato il sindaco Accorinti e il rettore Navarra – che non può non coinvolgerci con entusiasmo per la sua finalità. Il tema della pena merita assoluta condivisione e deve essere attenzionato anche dal tessuto sociale e dal mondo esterno. I lavori produrranno contributi scientifici e riflessioni al fine della crescita della nostra comunità. Questo è un esempio delle istituzioni chiamate a compartecipare e a fare quadrato per affrontare le problematiche esistenti”. Il meeting, in programma nei giorni di venerdì 18, sabato 19 e domenica 20, all'Istituto "San Tommaso" e nell'Aula Magna dell'Università, prevede la sera del 19, alle 21, nel carcere di Gazzi, con integrale ripresa audio-visiva di Tirreno Sat, ed il pomeriggio di lunedì 20, alle 16, al teatro greco-romano di Tindari, la rappresentazione teatrale dell'atto unico "Pathei Mathos: dalle Erinni alle Eumenidi. Il racconto della pena nell’Orestea di Eschilo e in Delitto e castigo di Dostoevskij", ad opera di una compagnia mista di studenti (Volti dal Kaos dell'Istituto salesiano "Ranchibile" di Palermo, guidata dal regista Gianpaolo Bellanca, vincitrice di diversi premi nazionali) e di detenuti (Laboratorio teatrale dell’Istituto penitenziario “Ucciardone” di Palermo con la partecipazione e la guida dell’attore e regista Lollo Franco), con supervisione e testi del grecista Salvatore Nicosia. Dal sito www.conams.it è possibile scaricare e stampare i biglietti di ingresso a titolo gratuito per la manifestazione

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook