Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

Situazione di degrado
al cimitero di Cumia

Dopo l’ennesima segnalazione da parte dei visitatori del cimitero di Cumia Superiore, principalmente abitanti di Cumia e Bordonaro, sopralluogo congiunto sul  posto da parte del consiglieri comunale Cardile e della terza circoscrizione Trino e Sciutteri.

"Ai nostri occhi una situazione di degrado inaudita ed irrispettosa dei vivi e dei morti. Senza poi parlare delle carenze igienico-sanitarie", scrivono i tre. Che spiegano quanto riscontrato: "Ore 11:00 del 6 Agosto 2015, cancello del cimitero spalancato, entri e noti subito che dai rubinetti non esce un filo d’acqua! Potrebbe sembrare banale o poco importante, ma chi con grande sacrificio viene a portare dei fiori ai propri cari defunti, con 40 gradi di temperatura vorrebbe quantomeno poter versare dell’acqua nei portafiori per non farli appassire in un paio d’ore. Alzando gli occhi ti accorgi che molte tombe non sono visibili a causa delle sterpaglie alte e, facendo qualche passo oltre, ti rendi conto che tra quelle tombe non si può proprio passare neanche per deporre un fiore. La scala che conduce alla parte più alta del cimitero presenta dei gradini rotti in più punti, con le conseguenze che ciò potrebbe comportare, specie per le persone anziane. I cassoni posti per la raccolta dei fiori appassiti trabocanno da tutte le parti. La temperatura africana fa sì che a distanza di decine di metri “si apprezzino fragranze indescrivibili. Un visitatore tornato a Messina per le ferie ci invita a vedere cosa “non si cela” a pochi passi dal cellario a parete in cui è sepolto il proprio caro: ci limitiamo a riportare ciò che abbiamo trovato scritto su parecchi sacchi di liuta bianchi INCUSTODITI:  RIFIUTI URBANI DA ESUMAZIONE ED ESTUMULAZIONE!!! Resti umani? Vogliamo augurarci di no! Probabilmente resti di casse! Ma è lecito domandarsi: “E’ quello il luogo giusto per lo stoccaggio? Quel materiale non ha contenuto/è venuto a contatto con resti umani? E’ questo il modo giusto di smaltirlo? Le situazioni di cui sopra fanno sì che il cimitero sia un pullulare di insetti di ogni genere, ma ci sono state rivolte lamentele anche per la presenza di topi e serpenti, che trovano luoghi ideali in cui proliferare e nascondersi".

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X