Sabato, 22 Settembre 2018
MESSINA

Rifiuti, commissione
lancia l'allarme

di

E proprio oggi, mentre Alessio Ciacci, decide di lasciare Messinambiente, il vicepresidente della quinta commissione consiliare Claudio Cardile lancia i suoi strali contro l’amministrazione comunale per la gestione della raccolta dei rifiuti. La città è sporca nonostante i recenti sforzi di Messinambiente di recuperare il tempo perduto. Ma ai cittadini non può bastare. Anche oggi in redazione sono giunte segnalazioni di persone esasperate che si ritrovano con la spazzatura davanti alla porta di casa. Così accade al villaggio Santo, ad Orto Liuzzo, Fondo Fucile, Torrente Trapani ed in quasi tutte le zone della città.

“Anche se i rifiuti sparsi sono stati raccolti –scrive oggi Cardile - quello che rimane per le strade, è sotto gli occhi di tutti. Insetti e topi, oltre che una puzza insopportabile, caratterizzano, molte zone della città.

Alla luce di tutto ciò diventa inutile –lamenta il vice presidente della quinta commissione- sottolineare come ha fatto messinambiente, i dati positivi della raccolta differenziata che non possono mai e poi mai bilanciare il totale degrado di ampie fette del territorio.

il  degrado – sottolinea Cardile – ha colpito sia le zone centrali come i villaggi e le estreme periferie invase  da rifiuti che richiamano blatte, zanzare e roditori a causa dei mancati interventi di disinfestazione.  La risposta fornita in questi mesi da Messinambiente è sempre la stessa dice Cardile: «La carenza cronica di personale che provoca una vera e propria interruzione del servizio».

La V Commissione Consiliare ha dunque deciso di chiedere  alla Direzione Generale Asp di Messina, la verifica della dichiarazione di “Stato di emergenza sanitaria” e la possibilità di ridurre la tassa sui rifiuti per i cittadini in  proporzione ai giorni di mancato espletamento del servizio». Una richiesta che ormai giunge da più parti e che  l’amministrazione non può più ignorare. Troppo alta la tassa e troppo gravi i disservizi in una città sempre più invasa dai rifiuti.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X