Mercoledì, 26 Settembre 2018
MESSINA

Messinambiente "Entro fine settimana fuori dalla crisi rifiuti"

di
rifiuti, Messina, Archivio

Se c’è un disservizio che i cittadini non riescono a mandar giù, è quello della mancata raccolta dei rifiuti.

E’ per questo che le segnalazioni si moltiplicano, la rabbia monta, e la disperazione arriva al punto di dare a fuoco alle cataste di rifiuti puzzolenti.

Di certo c’è la scarsa sensibilità di molti, che abbandonano ogni cosa dovunque, ma è anche vero che chi trova pulito, lascia pulito.

Senza la crisi di questi giorni, molti altri gesti di poca civiltà e alto rischio come gli incendi che possono sprigionare sostanze nocive, non sarebbero avvenuti.

Oggi summit nella stanza del sindaco per cercare di mettere un punto alla crisi. Accorinti ne ha parlato per oltre un’ora con l’assessore Daniele Ialacqua e con il commissario Alessio Ciacci.

Il primo cittadino ha voluto sapere a che punto fosse la situazione,e perché la città sia ridotta in queste condizioni.

La risposta di Ciacci dovrebbe averlo rassicurato visto che Messinambiente ha programmato il ritorno alla normalità entro la fine di questa settimana .

In giro, fra periferia e centro –ha detto Ciacci- ci dovrebbero ancora essere poco più di un centinaio di tonnellate di rifiuti da raccogliere. Il picco massimo è stato trecento il 2 luglio. Poi pian piano l’accumulo è stato limato, mentre contemporaneamente bisognava smaltire la produzione giornaliera. I cittadini però hanno giustamente iniziato a protestare anche con Messinambiente che quindi ha provato a bruciare le tappe per il recupero del tempo perduto.

Alla discarica di Motta S.Anastasia, per la cui chiusura di due giorni è anche nata la crisi, adesso Messina potrà portare i rifiuti non più dalle 7 ma dalle 4. Magari costerà qualche euro in più l’anticipo, ma servirà a far fare qualche viaggio in più ai mezzi di Messinambiente. Gli stessi tir nel frattempo sono tornati ad essere 8 dopo essere stait, giusto nel montoe della crisi, solo 5. ed anche questo è stato uno dei motivi della crescita dei rifiuti, attorno ai cassonetti. Queste operazioni di pulizia,non con il mezzo a carico automatico laterale, portano via tempo e uomini che in questi giorni- si giustifica Ciacci- sono stati impegnati nelle operazioni di pulizia e messa in sicurezza delle vie che portano allo stadio san Filippo, dove domani si esibirà Vasco rossi e la prossima settimana Jovanotti.

La promessa di Messinambiente del ritorno alla normalità, salvo imprevisti, alla fine di questa settimana, sarà una buona notizia solo quando sarà rispettata.  

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X