Giovedì, 20 Settembre 2018
MESSINA

Massa San Nicola
un borgo da
ripopolare

di

Nei giorni scorsi la denuncia della consigliera della circoscrizione Giusi Feminò che stava accompagnando degli amici fotografi professionisti
provenienti da Palermo per realizzare qualche scatto nel borgo di Massa San Nicola. Alcune persone, che si sarebbero autodefinite anarchiche, le hanno sbarrato la strada,  impedendole di entrare nel piccolo villaggio abbandonato. Le poche case che, da molti anni, non sono più abitate dai legittimi proprietari, che restano comunque titolari dei beni, nei mesi scorsi sarebbero state occupate da altre persone, molte delle quali, neanche siciliane. Da allora, a parte la chiesetta, che viene spesso aperta per la celebrazione di matrimoni, il resto dell’affascinate borgo dei peloritani è off limits. A dare un titolo a Massa San Nicola è stata la Sovrintendenza che lo ha inserito fra le "bellezza d'insieme", per le sue "caratteristiche storiche, ambientali, architettoniche, urbanistiche ed etnoantropologiche". Per evitare che il piccolo villaggio venga distrutto e  dimenticato, una serie di associazioni, che hanno incassato la collaborazione di Antonio Presti, fondatore di Fiumara d’Arte, hanno promosso una giornata  di mostre, escursioni, degustazioni, per sabato, dalle 11 del mattino, ma l’obiettivo è trovare una soluzione definitiva per ripopolare il borgo, come, per esempio, l’albergo diffuso. (INT) Previsto anche un concorso fotografico sul tema "Rigenerazione di Bellezza" della Massa San Nicola.
Le foto dovranno essere scattate durante la manifestazione  di sabato. A disposizione di quanti vorranno partecipare all’evento un servizio di linea fornito dall'ATM, coi numeri 73 e 74.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook