Sabato, 01 Ottobre 2022
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Così si “salverà” l'ospedale Piemonte
MESSINA

Così si “salverà” l'ospedale Piemonte

 «L’assegnazione dell’ospedale Piemonte all’Irccs Neurolesi è l’unico modello che consentirà di mantenere in vita il presidio ospedaliero e di renderlo più efficiente. Da solo, invece, l’ospedale Piemonte non può contare su un modello organizzativo efficiente: i numeri nudi e crudi dell’attività ora condotta non danno possibilità di sostenibilità». L’assessore alla sanità Lucia Borsellino da noi intervistata spiega i contenuti del progetto che porterà all’assegnazione del più antico ospedale cittadino all’Irccs Neurolesi, con lo scopo di realizzarvi un grande centro di riabilitazione. «Una prospettiva –aggiunge l’assessore –che consentirà il mantenimento della funzione di emergenza-urgenza, con il pronto soccorso e tutte le discipline collegate ma senza il punto nascita, che sarà allocato al Papardo». Il dettaglio dei servizi da mantenere sarà contenuto in un decreto presidenziale, che sancirà anche il passaggio patrimoniale, i cui termini sono stati chiariti dall’assessore. Intanto, per definire le riorganizzazione dei servizi sanitari territoriali tutte le aziende sono state convocate l’8 giugno a Palermo.

L'intervista completa con l'assessore Borsellino potete leggerla sul nostro giornale nel servizio di Natalia La Rosa

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook