Venerdì, 21 Settembre 2018
MESSINA

Verso la prima di "Comme un souvenir"

di

Proseguono – anzi, si intensificano – le prove di Comme un souvenir, l’atteso nuovo lavoro di Micha van Hoecke, in scena dal 12 giugno prossimo in prima nazionale al “Vittorio Emanuele”.

Si tratta del momento finale del laboratorio che il grande regista e coreografo belga tiene nella nostra città dallo scorso febbraio e, dunque, del debutto dell’ensemble che vi si è formato.

Un’occasione importante per vedere all’opera i danzatori e, più in generale, i performer selezionati dal maestro, che li sta forgiando rendendoli protagonisti di un sentito omaggio a Parigi, vista attraverso i ricordi, in una serie di immagini e suggestioni dai contorni non per forza nitidi e ben definiti.

In Comme un souvenir, sulle musiche di Satie ma anche dei più celebri chansonnier francesi, van Hoecke intende ricreare atmosfere a lui care, rivissute sulla scorta dell’esperienza di vita maturata anche successivamente al suo soggiorno a Parigi, dove arrivò con i propri genitori quando aveva appena dieci anni.

Da rimarcare, accanto all’ensemble, la partecipazione del direttore artistico musicale dell’ente peloritano, Giovanni Renzo (al pianoforte), della cantante e attrice peloritana Adele Tirante; con il contributo di artisti ospiti come Marta Capaccioli, Rimi Cerloi e Yuri Mastrangeli; e con la partecipazione straordinaria del grande ballerino francese Denis Ganio, a lungo tra i protagonisti del Balletto di Marsiglia di Roland Petit.

I costumi sono del Teatro messinese, con la collaborazione di Marella Ferrera; le scene di Mariella Bellantoni.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X