Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Pugni per avere elemosina in chiesa, finisce in custodia

elemosina, Messina, Archivio

Carabinieri di Messina Sud hanno eseguito la misura di sicurezza del “ricovero in una casa di cura e custodia” del molestatore seriale dei parrocchiani di diverse chiese della città. Da circa due anni, l’uomo, 35 anni di Messina, già noto alle Forze dell’Ordine e con problemi psichiatrici, all’ingresso delle Chiese di S. Maria Immacolata di Contesse, di San Pietro e Paolo e di S. Lucia Sopra Contesse, costringeva con modi violenti i fedeli a concedergli l’elemosina o ad incrementare la somma di denaro già donatagli. Spesso impediva anche la celebrazione delle funzioni religiose. In un’occasione, per esempio, non ha esitato a colpire un fedele con due pugni, scagliandosi poi contro il Parroco intervenuto a difesa del malcapitato. In un altro caso si è impossessato della cassetta di cartone con all’interno le offerte, dandosi poi alla fuga. L’uomo, accompagnato dai carabinieri in una struttura del messinese, è stato ricoverato e verrà seguito da personale medico specializzato.

 

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X