Martedì, 25 Settembre 2018
MESSINA

Pd " Sull'Acquario si rischia un debito fuori bilancio"

acquario messina, Messina, Archivio

Conferenza stampa, stamattina, convocata dai gruppi del  Pd alla presenza del presidente del Consiglio Emilia Barrile, dell’ex candidato sindaco Felice Calabrò e  di altri consiglieri comunali per denunciare il rischio che si possa produrre un nuove debito fuori bilancio nell’ambito della gestione dell’acquario comunale che fra l’altro- ha comunicato Giuseppe Santalco- è stato chiuso da un mese per la mancanza di un’autorizzazione ministeriale dopo un sopralluogo del Nas. Secondo i democratici- come ha spiegato anche Simona Contestabile- la giunta, che ha deciso di tirarsi fuori dal Cespom, il consorzio, centro studi, fondato con Università e CNR, smentirebbe anche la delibera dell’ex assessore alle politiche del mare Filippo Cucinotta che giace ancora in aula consiliare.  Dopo una vacatio di circa otto mesi, l’ex amministratore aveva chiesto all’aula di prorogare la quota di finanziamento di circa 103mila euro per sostenere le spese di gestione dell’acquario, dove, fra l’altro  sono stati distaccati tre dipendenti comunali. I consiglieri del PD vogliono capire quale sia l’orientamento della giunta, anche perché, nel frattempo, i costi sono stati sostenuti comunque, e non sono giustificati da un atto amministrativo. Mentre il comune esce dal consorzio, il consiglio come dovrebbe deliberare per una spesa che, fra l’altro non ha il parere positivo dei revisori? Da non sottovalutare anche il rischio per la salute dei pesci, molti di specie rarissime,  se non si prende al più presto una decisione unanime. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X