Domenica, 23 Settembre 2018
MESSINA

Abusi sulla figlia, condannato a dieci anni di pena

abuso sessuale, Messina, Archivio

 Abusi sessuali nei confronti della figlia per dieci anni. Tanti quanti la pena inflitta dai giudici della Corte d’appello nei confronti di un 49enne (G.T. le iniziali dell’imputato). Incontri che sarebbero iniziati quando la vittima aveva appena 12 anni. Una storia terribile, durata troppo a lungo, “scritta” in una casa di villaggio. Il padre dagli istinti perversi in primo grado era stato condannato a dodici anni di reclusione, due in più rispetto a quanto ha deciso il collegio presieduto dal giudice Brigandì. Nonostante il piccolo “sconto”, ha retto il castello di accuse: addebiti gravissimi (secondo i quali il padre programmava i rapporti, senza crearsi alcun problema e assecondando i propri istinti) contenuti nel fascicolo aperto a suo tempo dal sostituto procuratore Antonio Carchietti. Secondo quanto recita il capo d’imputazione le attenzioni morbose dell’uomo (assistito dall’avvocato Salvatore Stroscio), iniziarono nel lontano 2001, e nella prima fase, quando la piccola aveva dodici anni, sfociarono in una serie di palpeggiamenti delle parti intime. Dal 2012, l’insano rapporto si trasformò in depravazione, perché il padre costrinse la figlia, ormai divenuta ragazza, a rapporti sessuali completi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X