Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
CALCIO

Messina, vincere
i play-out per
salvare la stagione

di

Il campo ha già espresso il suo verdetto. I play-out, al via con la gara d’andata sabato  23 maggio, e ritorno il 30,  si giocheranno tra Savoia e Messina e tra Ischia e Aversa Normanna. Le perdenti del doppio confronto finiranno in serie D. La retrocessione diretta è toccata, quindi, alla Reggina che ha concluso il torneo di Lega Pro con un punto di ritardo dal Savoia. Per ritornare in gioco, la società amaranto spera nell’ultimo, disperato, tentativo e cioè riavere indietro dal collegio di garanzia del Coni, due dei tre punti di penalizzazione comminati per inadempienze amministrative, legate all’iscrizione, dalla corte d’appello federale dopo il ricorso del procuratore Palazzi. In primo grado, infatti, alla Reggina fu sottratto solo un punto.  L’istanza è stato ufficialmente inoltrata solo venerdì scorso e nei prossimi giorni, forse già domani vista l’urgenza del caso, sarà fissato   in calendario il giorno del dibattimento. Se il club calabrese dovesse riavere i due punti chiesti, allora il Messina affronterebbe nei play-out proprio la Reggina. Intanto, l’ultima partita della stagione regolare disputata ieri dai peloritani non ha fornito indicazioni a nessun livello. Le motivazioni del Savoia, che annaspa tra i problemi economici con la società costretta a portare i libri in tribunale, sono state superiori a quelle di un Messina che, comunque, non può essere soddisfatto per come si è conclusa questa prima fase. Nonostante le difficoltà, le sconfitte, alcune delle quali pesanti, la salvezza diretta era alla portata della squadra giallorossa che paga un prezzo salato ad un deludente girone di ritorno, giocato non all’altezza, dove la squadra ha racimolato solo 14 punti, sei in meno rispetto all’andata.  Numeri che parlano chiaro. Il Messina è la formazione che ha vinto meno partite, solo 6 sui 38. E nel rush finale, quando ha avuto la possibilità di avvicinare la zona salvezza, è incappata in qualche pareggio di troppo. Questo in sintesi il finale di campionato che il Messina a differenza di altre squadre chiuderà senza penalizzazioni per aver tenuto i conti a posto. Situazione, tuttavia, non sufficiente per mantenere la categoria visto che serviranno gli straordinari. Nei play-out, l’undici di Nello Di Costanzo è chiamato all’ultimo sforzo contro un avversario apparso più che abbordabile.  Dopo si penserà al futuro che si presenta incerto per gli annunciati propositi di abbandono del patron Pietro Lo Monaco. Ma questa è un’altra storia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X