Lunedì, 21 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Messinambiente, Ciacci
scrive ai lavoratori

di
alessio ciacci, Messina, Archivio

Certamente una mossa inaspettata quella di ieri  del liquidatore di Messinambiente Alessio Ciacci, specie dopo quanto accaduto martedì scorso quando i dipendenti, ancora in attesa dello stipendio, hanno fatto irruzione negli uffici e si sono resi protagonisti di una vera e propria bagarre. Non poteva scegliere occasione migliore che la festa del Lavoro per esporre alcune sue riflessioni, tentare di placare gli animi, fare il punto sugli obiettivi raggiunti e impegnarsi per il futuro. Ma soprattutto l’amministratore fiorentino ha provato a riconquistare la fiducia di quei lavoratori e di quei cittadini delusi e ancora in attesa del cambiamento tanto sbandierato. Ciacci, che  sa bene che la meta è ancora lontana, non ci sta però a passare per colui che è rimasto con le mani in mano. Ricorda di essersi persino incatenato davanti al palazzo della Regione, di essere stato in prima fila a lottare non solo per evitare nuove emergenze, ma anche per la regolarità nell’erogazione degli stipendi (anche se già non saltano più dei mesi, ma ritardano qualche settimana- sottolinea), per garantire una gestione trasparente e il dialogo costante  con i sindacati. “Abbiamo costruito delle regole – scrive- contrastando i favoritismi. Abbiamo dovuto adottare anche provvedimenti difficili perché, proprio per affermare la centralità e l’importanza del lavoro, è essenziale che tutti diano il massimo”. E quindi l’annuncio di avere finalmente in dirittura di arrivo quel Contratto, anche se è ancora una bozza, che dovrà essere sottoscritto con il comune di Messina e che sarà garanzia di un più serio e qualificato servizio pubblico e di tutela dei dipendenti. In linea con la filosofia del I maggio, quindi,  il liquidatore di Messinambiente ribadisce il proprio impegno nel salvaguardare il lavoro e nel migliorarne le condizioni, ma chiede anche a tutti di contribuire per realizzare l’auspicato cambiamento.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X