Mercoledì, 26 Settembre 2018
MESSINA

Sequestro convalidato, cani portati via dal “lager”

cani maltrattati, Messina, Archivio

 Ha un risvolto giudiziario il blitz in una struttura di Casabianca, in cui numerosi cani venivano custoditi nel peggiore dei modi. Il sostituto procuratore Piero Vinci, dopo l’ispezione eseguita nella zona nord dal commissario della polizia municipale Biagio Santagati e dai suoi uomini, ha iscritto nel registro degli indagati una 65enne, proprietaria del terreno, e il figlio 31enne. Devono rispondere di maltrattamento di animali. Inoltre, su richiesta del pubblico ministero, il gip Salvatore Mastroeni ha convalidato il sequestro operato dalla polizia giudiziaria ed emesso un contestuale decreto di sequestro preventivo di 12 cani, che adesso sono stati trasportati altrove: 6 nei locali del dipartimento di Veterinaria dell’Università di Messina, gli altri 6 al canile Millemusi di Castanea. Alle operazioni hanno preso parte il Servizio accalappiacani del Comune e personale dell’Asp. In prima linea, Paola Abate, Giuseppe Donia e Ina Merenda. In particolare, il gip ha disposto il provvedimento sulla base degli atti del procedimento, ravvisando che emerge un grave quadro indiziario. Gli animali erano tenuti in condizioni igieniche precarie, stante la presenza diffusa di melma e deiezioni sul suolo. I cani, come attestato da una nota del dipartimento di Prevenzione veterinaria dell’Azienda sanitaria provinciale, apparivano tutti in condizioni scadenti di nutrizione e, in taluni casi, con estese lesioni cutanee, tipiche della scabbia.

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X