Giovedì, 20 Settembre 2018
MESSINA

Oneri riflessi, a giudizio Sauta e Caliò

A ben vedere il tema di fondo è sempre la formazione professionale, argomento divenuto improvvisamente giudiziario che non molto tempo addietro ha provocato a Messina un terremoto politico. Perché i rinvii a giudizio decisi ieri mattina dal gup Maria Teresa Arena in tema di oneri riflessi per due ex consiglieri comunali, ovvero Elio Sauta (Pd) e Gaetano Caliò (ex Pid), e anche per due “datori di lavoro”, Nicola Bartolone e Marco Arcidiacono, riguardano un ente specifico: l’Aram, ovvero l’Associazione per le ricerche nell’Area Mediterranea, che poi è una delle onlus imputate nel processo “Corsi d’oro” sulla formazione professionale, in corso di svolgimento su due fronti, tra la prima e la seconda puntata dell’inchiesta, e poi tra la prima e la seconda sezione penale del tribunale. E non c’è solo questa attinenza, perché uno dei datori di lavoro, a ben guardare, Bartolone, è pure lui imputato nel procedimento “Corsi d’oro”. In ogni caso il dato di ieri è il rinvio a giudizio di tutti e quattro al 26 ottobre prossimo, data d’inizio del procedimento davanti alla seconda sezione penale.

© Riproduzione riservata

TAG: ,

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook