Martedì, 18 Settembre 2018
CALCIO

Messina-Ischia,
peloritani a caccia
dei tre punti

di

Quattro pareggi in cinque partite. La cura Di Costanzo ha prodotto effetti benefici, soprattutto in termini di autostima, non sufficienti tuttavia, per consentire al Messina di rientrare nella corsa per la salvezza diretta. La classifica, radicalmente cambiata nella parte bassa per le penalizzazioni, non dà molto spazio alla fantasia. Se non accadrà un miracolo calcistico, il Messina sarà costretto a giocarsi la permanenza ai play-out contro un avversario campano. Savoia, Aversa Normanna e Ischia che la squadra giallorossa affronterà oggi pomeriggio al S.Filippo. L’obiettivo immediato è quello del ritorno alla vittoria che sfugge dallo scorso 25 gennaio, dal successo nel derby dello stretto con la Reggina. Quasi tre mesi di astinenza pagata a caro prezzo. Il tecnico Di Costanzo proverà a ripartire dalle certezze, cioè dalla ritrovata impermeabilità difensiva. Il rovescio della medaglia è costituito dall’anemia di un attacco che sotto la gestione dell’allenatore romano ha segnato solo una volta con Nigro ad Aversa. Per guarire dal mal di gol, Di Costanzo sta pensando a Giorgio Corona, utilizzato part-time nelle ultime due trasferte. L’attaccante palermitano fermo a quota 9 reti, a 40 anni suonati, vede ancora la porta come pochi. Per il resto non dovrebbe cambiare molto con Izzillo, Cane e Ciciretti a contendersi una maglia da titolare sulla fascia destra. L’avversario di turno è in un buon momento di forma potendo vantare una striscia positiva di cinque partite. Il pareggio casalingo con il Cosenza ha, tuttavia, lasciato qualche strascico polemico come dimostra la conferenza stampa decisamente sopra le righe del tecnico Agenore Maurizi. 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook