Lunedì, 29 Novembre 2021
stampa
Dimensione testo

Archivio

Home Archivio Metroferrovia, Orsa chiede impegno a Regione
MESSINA

Metroferrovia, Orsa
chiede impegno
a Regione

di
metroferrovia, Messina, Archivio

Con il contratto di servizio in dirittura d'arrivo per il trasporto locale tra Regione e Ferrovie,   serve garantire   un servizio efficiente e consono alle esigenze dell'utenza. In questa direzione, il sindacato Orsa pensa ad una riedizione della Metroferrovia, ridotta ormai ad un paio di corse giornaliere: in andata, alle 6.10 e alle 13.45 dalla stazione verso Giampilieri e al ritorno, alle 7.05 ed alle 14.35.  Per il resto della giornata i residenti della zona sud che si servono della linea ferrata per andare e tornare dalla città, utilizzano anche quei convogli  regionali che si fermano solo a Giampilieri e Galati, ma non nelle altre stazioni intermedie come Ponte Schiavo, Tremestieri, Briga, Contesse e Gazzi. Due, sostanzialmente, le proposte dell’Orsa che sono già state lanciate in alcuni tavoli con Ferrovie e Regione.  Una riguarda il numero delle corse: bisogna arrivare almeno a 15 nella fascia oraria tra le 6.30 e le 21. L’altra, l’integrazione del biglietto ferroviario con quello dell’Atm. Le 15 corse dalla stazione centrale a Giampilieri si traducono in 175 mila chilometri  annui che richiedono un impegno da parte della Regione di circa 2 milioni di euro. Potrebbero, per l’Orsa, essere trovate queste risorse nell’ambito del contratto di servizio tra Regione siciliana e Trenitalia. Due le ipotesi di biglietto integrato a tempo: la prima, costo di 2 euro, con validità di 360 minuti. Un lasso di tempo giudicato sufficiente  che consente l'utilizzo di due corse andata e ritorno di metroferrovia e l'uso illimitato di bus e tram in città. La seconda, costo 3 euro, con validità 24 ore, che consente l'utilizzo di due corse sugli stessi vettori. Mariano Massaro e Michele Barresi auspicano un deciso intervento dell'amministrazione comunale   per incalzare l'Assessorato Regionale  che negli ultimi   tempi ha reclamato    la modernizzazione e la velocizzazione del trasporto ferroviario siciliano e sullo stretto di Messina. Dal governo regionale, quindi, per i due sindacalisti dell’Orsa,  dipende lo stanziamento delle risorse necessarie per la riattivazione del servizio di Metroferrovia. Come voler dire alla Regione di dimostrare di saper  passare dalle parole ai fatti!  

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook