Mercoledì, 26 Settembre 2018
MESSINA

Terminal Tremestieri
arriva il sit in

terminal tremestieri, Messina, Archivio
Porto Tremestieri

L'incontro va deserto e questo allunga le preoccupazioni di 36 lavoratori che non sanno se il loro futuro sarà ancora su quella banchina. Ieri il sindaco aveva convocato Terminal Tremestieri e le società che la compongono, Caronte e Tourist, Meridiano e Bluferries ( le stesse che si occupano del traghettamento) per verificare la possibilità di dare una occupazione anche eventualmente a quei lavoratori che non dovessero essere assorbiti, in base alla clausola sociale inserita nel  bando per la gestione del porto a sud, dall'impresa portuale che si aggiudicherà la gara.

L'assessore Sebastiano Pino, non ha digerito quelle assenze, è parla di sgarbo istituzionale. All'appuntamento si è presentato solo il legale di Terminal Tremestieri che però non ha sciolto il dubbio che hanno i 36 operatori cioè se l'azienda nata nel 2006 in via emergenziale per la gestione del nuovo porto, si presenterà alla gara lanciata dall'Autorità portuale. Ha solo detto che gli esuberi non potranno essere assorbiti da Terminal che evidentemente rischia di finire il proprio percorso.

Pino ed il sindaco si dicono perplessi per l'assenza di ieri degli armatori. Inutilmente hanno tentato di far differire lo sciopero di 12 ore indetto ieri per mercoledì prossimo. Le due sigle sindacali, non solo lo hanno confermato, ma hanno anche annunciato un doppio sit in che potrebbe aumentare il disagio in città per le difficoltà di traghettamento dei mezzi pesanti. I 36 lavoratori, che sabato saranno alla manifestazione per la continuità territoriale, monteranno un presidio alla Rada S. Francesco e l'altra a Campo delle Vettovaglie.

Il bando dell'Autorità Portuale si chiuderà il 24 marzo e a differenza di quello andato deserto a luglio, prevede una suddivisione del peso della pulizia dei fondali. Fino a 13 mila metri cubi, dovrà essere il concessionario a preoccuparsi di dragare il bacino, oltre quella soglia toccherà all'Autorità Portuale. Un passaggio, questo, che renderebbe conveniente – secondo gli operatori del Terminal – partecipare al bando, anche al di là della posizione dell'autorità per la libera concorrenza.

Domenico Bertè

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X