Venerdì, 18 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
ALLA LAUDAMO

“La classe diGerente”
secondo Elio Crifò

La nostra è l’epoca dell’inganno e quando il colpevole ti appare in modo chiaro, netto, evidente… il colpevole è sempre un altro

“La classe diGerente” (in scena nella Sala Laudamo sabato 24 alle 21 e domenica 25 alle 17,30) è un format di satira politica creato, scritto e interpretato da Elio Crifò che seguendo l’evolversi degli avvenimenti della politica italiana e mondiale si aggiorna nelle sue versioni: 2.0, 3.0, ecc…

La caratteristica degli spettacoli di Elio Crifò è quella di citare i nomi dei soggetti e delle società coinvolte nelle storie raccontate. Storie che sono basate su ricerche personali, inchieste giornalistiche, indagini processuali e atti delle Commissioni Parlamentari.

Informazione, emozione e ironia sono la chiave del successo di questo Format.

“La classe diGerente” parte dai casi di Snowden e Assange per giungere alle società di slot machine e alla trattativa stato-mafia.

“La classe diGerente 2.0” si tuffa nell’attuale indagine “Mafia Capitale”  poi nuota nel mare di falsità del naufragio della Costa Concordia, per approdare al calcio, vera cloaca dove confluiscono interessi mafio-politico-imprenditoriali. Storie che non sono episodi ma fasci di luce sul livello criminale della nostra classe diGerente.

 

Lo spettacolo rientra nella Rassegna “Incroci”, proposto nell'ambito del Progetto "Laudamo in città", della Daf - Teatro dell'Esatta Fantasia in collaborazione col teatro Vittorio Emanuele

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X