Mercoledì, 19 Settembre 2018
MESSINA

Incendio Frigogel
ancora fumo dai
capannoni

A 24 ore dal rogo che ha distrutto quel poco che restava dei capannoni della ex Frigogel i Vigili del Fuoco stamani sono dovuti tornare sul posto. Del fumo fuoriusciva ancora dalla spettrale struttura che un tempo era la sede di una delle più rinomate aziende siciliane di surgelati. Si temeva ci fossero ancora dei focolai ma si trattava solo dei vapori conseguenza dello spaventoso incendio divampato ieri intorno alle 11 e completamente domato solo in tarda serata con l’ausilio anche di un’autobotte messa a disposizione dai militari del 24° Artiglieria.

Su questa vicenda, che ripropone lo stato di completo abbandono e di degrado di intere zone della ZIR, stanno indagando i Carabinieri con l’ausilio dei Vigili del Fuoco. Dai primi accertamenti non ci sarebbero dubbi sulla matrice dolosa dell’incendio. Sarebbero stati rilevati infatti più  focolai in punti piuttosto distanti  dei tre capannoni. Le fiamme hanno distrutto tutto ciò che era rimasto nella struttura, alcuni furgoni, i resti di vecchi macchinari e tutto il materiale accatastato in anni di abbandono. L’incendio ha causato altissime colonne di fumo nero visibili da gran parte della città. Ma soprattutto ha irrimediabilmente danneggiato i capannoni già messi a dura prova da  un precedente incendio e dall’azione dei vandali. Saranno ora i Vigili del fuoco a stabilire se pericolanti e dunque se dovranno essere abbattuti. Operazione comunque complicata da una procedura fallimentare in corso da anni. Quel che è certo, secondo gli investigatori, è che qualcuno abbia voluto fare sparire delle tracce o provocare danni irreparabili ad una struttura che negli ultimi tempi era diventata un ricovero di senzatetto o riserva per cacciatori di rame e ferrovecchio.

© Riproduzione riservata

TAG:

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook