Mercoledì, 16 Gennaio 2019
stampa
Dimensione testo
MESSINA

Natale sotto tono
pochi soldi e
niente luminarie

natale 2014, Messina, Archivio

Occhio puntato all’economia cittadina si va bene, ma nemmeno così. Addobbi in città praticamente nulli, clima primaverile, traffico disordinato come sempre, secondo anno senza isola pedonale e pressione fiscale al massimo. Ecco i prodotti del Natale messinese che nel pacchetto mettono anche le alberature in gravi difficoltà per potature approssimative o per infestazioni da punteruolo rosso, viabilità caotica, segnaletica orizzontale praticamente sparita e incidenti stradali in ogni angolo. Recarsi nelle strade soprattutto del centro diventa motivo di stress e oggi a rincarare la dose delle insoddisfazioni si mette oggi anche il consigliere Libero Gioveni che punta il dito contro l’assessore comunale alla cultura Perna, reo di non aver saputo intercettare, come ha fatto invece meritoriamente Palermo, fondi ministeriali per celebrare il periodo natalizio con qualche centinaio di euro e una serie di validi progetti. Messina sempre ultima rispetto alle sorelle Catania e Palermo che anche nella piccole cose riescono a emergere per la capacità imprenditoriale degli amministratori. Questa è la Messina 2014 dove gli unici addobbi natalizi sono quelli installati dai privati. E così via dei Mille e strade centrali limitrofe compreso il viale S.Martino appaiono come in qualsiasi periodo dell’anno, spogli e disordinati. Unica area pedonale, piazza Cairoli. Oltre al grande albero della Confcommercio, oggetto di polemiche per via di quello povero del Comune montato poco più in là e fatto sparire immediatamente, una fila di dodici belle piante, che il Natale lo ricordano almeno nel colore, acquistate dai negozianti di quella strada e che le hanno donate alla città di Messina. Anche questa ci spiegano non è stata un’impresa facile per via della burocrazia. Trovato l’escamotage della donazione ogni commerciante ha adottato una pianta per le opportune cure. La città ha ringraziato ma in un modo tutto particolare. Nottetempo sono sparite le targhette posizionate sui vasi con l’indicazione del Comune. Adesso saranno di nuovo realizzate grazie alla buona volontà delle persone che hanno dimostrato di amare davvero questa città.

 

© Riproduzione riservata

* Campi obbligatori

Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)
Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)

X
ACCEDI

Accedi con il tuo account Facebook

Login con

Login con Facebook
  • Seguici su
X